Siti attualmente in costruzione: 2

Siti attualmente in gestione SEO: 7

Siti attualmente in gestione: 17

Software WebApp in costruzione: 1

Cos'è il Dark Web. Parte 1

IN DETTAGIO: IL DARK WEB PARTE PRIMA

Il Dark Web, tanti ne parlano ma cos’è?

Il dark web è una parte di Internet che non è indicizzata dai motori di ricerca. Senza dubbio hai sentito parlare del “dark web” come una miriade di attività criminali. Beh e lo è. I ricercatori Daniel Moore e Thomas Rid del King’s College di Londra hanno monitorato i contenuti di 2.723 siti del dark per un periodo di cinque settimane nel 2015 e hanno scoperto che il 57% ospita materiale illecito.

Uno studio del 2019 condotto dal dott. Michael McGuires presso l’Università del Surrey, mostra che le cose sono peggiorate. Il numero di siti Web Dark che potrebbero danneggiare un’azienda o una persona è aumentato del 20% dal 2016. Di tutti i siti (esclusi quelli che vendono farmaci), il 60% potrebbe potenzialmente danneggiare le aziende. Puoi acquistare numeri di carte di credito, tutti i tipi di droghe, pistole, denaro contraffatto, credenziali di abbonamento rubate, account Netflix hackerati e software che ti aiutano a entrare nei computer di altre persone.

  • Acquista le credenziali di accesso a un conto in banca chiedono da un massimo di $ 50.000 a un minimo di $ 500.
  • Acquisti $ 3.000 in banconote da $ 20 contraffatte per soli $ 600.
  • Acquista sette carte di debito prepagate, ciascuna con un saldo di $ 2.500, per $ 500 (spedizione espressa inclusa).
  • Un account premium Netflix “a vita” costa $ 6.
  • Puoi assumere hacker per attaccare qualcuno per conto tuo.
  • Puoi acquistare nomi utente e password.

Ma non tutto è illegale, il dark web ha anche un lato legittimo. Ad esempio, puoi iscriverti a un club di scacchi o BlackBook, un social network descritto come “il Facebook di Tor”.

Deep web e dark web: qual è la differenza?

I termini “deep web” e “dark web” sono talvolta usati in modo confusionale e a volte scambiati, ma non sono la stessa cosa. Il deep web si riferisce a tutto ciò che su Internet non è indicizzato e, quindi, accessibile tramite un motore di ricerca come Google. I contenuti del deep web includono qualsiasi cosa dietro un paywall o richiedono credenziali di accesso. Includono anche qualsiasi contenuto che i suoi proprietari hanno bloccato dall’indicizzazione ai web crawler. (Parlato di cosa sono i crawler nell’articolo precedente)

Le cartelle cliniche, i contenuti a pagamento, i siti Web di appartenenza e le pagine Web aziendali riservate sono solo alcuni esempi di ciò che costituisce il deep web. Le stime collocano la dimensione del deep web tra il 96% e il 99% di Internet. Solo una piccola parte di Internet è accessibile tramite un browser Web standard, generalmente noto come “Web trasparente“.

Il dark web è un sottoinsieme del deep web che è intenzionalmente nascosto e richiede un browser specifico, Tor, per l’accesso, come spiegato di seguito. Nessuno conosce davvero le dimensioni del dark web, ma la maggior parte delle stime lo collocano intorno al 5% di Internet totale. Ancora una volta, non tutto il dark web viene utilizzato per scopi illeciti nonostante il suo nome minaccioso.

Strumenti e servizi per il dark web che presentano rischi per persone e aziende:

Sono state identificate 12 categorie di strumenti o servizi che potrebbero presentare un rischio sotto forma di violazione della rete o compromissione dei dati:

  • Infezione o attacchi, inclusi malware, DDoS (Distributed Denial of Service) e botnet;
  • Accesso, inclusi Trojan di accesso remoto (RAT), keylogger ed exploit;
  • Spionaggio, inclusi servizi, personalizzazione e targeting;
  • Servizi di supporto come tutorial;
  • Credenziali di persone, etc;
  • Phishing;
  • Rimborsi;
  • Dati dei clienti;
  • Dati operativi;
  • Dati finanziari;
  • Proprietà intellettuale / segreti commerciali;

Altre minacce emergenti.

Per ciascuna delle categorie sono state evidenziate tre variabili di rischio:

  • La svalutazione di una azienda, che potrebbe includere e minare la fiducia del marchio, danni alla reputazione o perdere terreno rispetto ad un concorrente.
  • Interruzioni dei servizi di una azienda, che potrebbe includere attacchi DDoS o altro malware che influisce sulle sue normali operazioni.
  • Truffa aziendale, che potrebbe includere il furto di proprietà intellettuale o lo spionaggio che compromette la capacità di un’azienda di competere o causa una perdita finanziaria diretta e molto grave.

Il Browser per accedere al Dark Web.

Tutta questa attività, questa visione di un mercato illecito e pieno di utenti potrebbe farti pensare che navigare nel dark web sia facile.

Non lo è. Il Dark Web è disordinato e caotico come d’altronde ci si aspetterebbe quando tutti sono anonimi. Inoltre una parte di essa truffa gli stessi utenti.

L’accesso al dark web richiede l’uso di un browser anonimo chiamato Tor. (Vedi immagine) Il browser Tor indirizza le richieste della tua pagina web attraverso una serie di server proxy gestiti da migliaia di volontari in tutto il mondo, rendendo il tuo indirizzo IP non identificabile e non rintracciabile.

“Tuttavia, per coloro che sono disposti a sopportare questo inconveniente, la “rete oscura” offre uno sguardo memorabile, stupendo e allo stesso tempo squallido dell’esperienza umana più buia e primitiva che esista. Questo senza il rischio di nascondersi in un vicolo buio.” By Simone Barollo

 Motore di ricerca nel Dark Web 

Esistono molti motori di ricerca nel dark web, ma anche i migliori sono sfidati a stare al passo con il panorama in costante mutamento. L’esperienza ricorda la ricerca sul Web alla fine degli anni ’90. Anche uno dei migliori motori di ricerca, chiamato Grams, restituisce risultati ripetitivi e spesso irrilevanti. Elenchi di link come The Hidden Wiki sono un’altra opzione, ma anche loro restituiscono un numero frustrante di connessioni scadute ed errori di pagina inesistente 404.

Nella prossima puntata

Continua…. nel prossimo articolo del Dark Web Parte due entreremo nel dettagli e vi guiderò fino a richiedere di far del male ad una persona per soli 200 euro. Ci fermeremo molto prima ma per mostrarvi a fondo cos si può comperare.. Per gli argomenti trattati l’articolo non sarà visibile a tutti ma protetto da password con conferma di maggiore erà.

Spero che questo articolo sia stato esaustivo e sia piaciuto a tutti. Un po’ di territorio inesplorato di internet ci voleva. Il Dark Web ragazzi!!

Se Avete altre ed eventuali domande potete contattare SbrSoftware nella pagina contatti.

In Collaborazione con The Tor Project Writer Barollo Simone

Si ringrazia www.simonebarollo.it

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su google
Google+
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest